UNIVERSI ALTERNATIVI

Schermata 2021-04-12 alle 15.04.07.png

1 - ESPLOSIONE NUCLEARE

Quante volte tu mi hai

Suggerito di scrivere t

Tutti i miei pensieri e le emozioni

Certe volte ho provato a farlo ma

Troppo difficile scendere infondo

Ai miei abissi

Cammino senza te

Nei miei occhi la nebbia

(Il battito è in accelerazione)

In pieno disorientamento

Un'aereo di carta nel vento


Graffiarsi e avvelenarsi

Succhiarsi e sputarsi

Un’esplosione nucleare

Non provoca questo dolore

Perdersi e ritrovarsi

Nel giro di due ore

È vero che in noi tutti

Si nasconde quel bisogno

Di autodistruzione


Invece di voltare pagina,

Dovrei mandare l'intero

Libro in fiamme

Vivere una nuova vita non sarà

Così difficile, mi dicono gli ottimisti

Che non hanno idea

Di cos'è realmente l'amore

(Respira piano, sono ancora qui)

Aspetto ancora un tuo messaggio

Un segnale di salvataggio


Siamo graffiati e avvelenati

Succhiati e sputati

Un’esplosione nucleare

Non provoca questo terrore

Perduti e ritrovati

Nel giro di due ore

È vero che un po' tutti

Inseguiamo anche il dolore

Nessuna logica

Una dicotomia

Il bisogno di una luna

Che ci illumini la via

E’ vero che in noi tutti

Si nasconde quel bisogno

Di autodistruzione

2 - COME D'ALTRONDE ACCADE IN AMORE


Quale cerimonia migliore di un

Funerale per me da osservare

Tre dolori su qualcosa che non

Destina a tornare

Tra ciò che amore e vita era mentre Abbandono e morte stanotte rimane Errore


In giro c’è ancora chi proclama

La resurrezione

Che laddove il vuoto

Dimorava silenzioso

Spirito e battito torneranno a

Infondere calore

Errore, ti prego amore

Dammi calore


Volgare ottimismo di chi accecato Dall’ovvio di tale terrore

Non vede che qualunque altra creatura Che dalla polvere rivedrà il sole

Morirà nuovamente

Come d’altronde accade in amore


Meglio, oh dannato, capire e accettare Una volta per tutte

La malvagità lieta e indifferente del Bizzarro messaggio intelligente

Celato nell’Essere e nel suo

Perpetuo Tremore


Bugiarda la vittima

Così il suo mietitore

E’ a monte del tutto che in vero

Cova l’errore

Che orrore, ti prego amore

Voglio calore

3 - MANIPOLAZIONE GENETICA 

Lentamente oltre l’atmosfera

Lascio indietro la

Fottutissima Terra

Come sono finito quassù?

Mi ritrovo a vagar nel buio di

Due occhi, grandi, neri, veri

Brividi notturni e voglia di farmi fuori

In questa stanza

Senza tempo

Non ho più vestiti

Ma soprattutto non sento gravità


Saltando in orbita

Nel mio nulla

Manipolazione genetica del mio DNA Ancora non so dirti se io

Sto sognando o questa è la realtà


Ma soprattutto non sento gravità


Saltando in orbita

Nel mio nulla

Manipolazione genetica del mio DNA Ancora non so dirti se io

Sto sognando o questa è la realtà

Ancora non so dirti se io

Sto sognando o questa è la realtà


4 - ORDINARIO DELIRIO 

Tutto gira così veloce

Tutti corrono chissà dove

Intriso di rumore è il silenzio

Ed io scavo nel profondo


Mi ritrovo a naufragare

In un oceano di noia

Tra vecchie idee impolverate

Che oggi non funzionano più

Gli orologi si son fermati

Si è interrotta la connessione


Con quelle fantasie di altri

Mondi da conquistare

Qualche cosa è cambiata nel

Mammifero che abita in me


Ma in questo ordinario delirio

Continuo a fare parte di te

Contro ogni conclusione logica

Sei l’evoluzione fuori e dentro me


Non mi parlare di quella scelta

La consapevole amarezza

Di aver gettato in fondo al mare

Le mie chimere personali


E quelle fantasie di altri

Mondi da conquistare

Profondamente dormono

Ma nelle notti insonni disturbano


Ma in questo ordinario delirio

Continuo a fare parte di te

Contro ogni conclusione logica

Sei la rivoluzione fuori e dentro me


Ordinario delirio

Continui a fare parte di me

Contro ogni conclusione logica

Sei l’evoluzione fuori e dentro me

5 - BRUCIA

Dentro il profondo

Ti reggi forte non te ne vai

Fuori controllo

Graffianti schegge pungono

Eppure sento che dalla distanza

Mi osserverai


Stanotte il disordine

Regna sovrano nelle ombre


Brucia

Ancora senza pietà

Questa notte si infiammerà

Rimani ancora in vita


Dentro la nebbia

Non entrare ti perderai

Sotto la sabbia

Tesori nascosti senza età


Stanotte il disordine

Regna sovrano intorno a me


Brucia

Ancora senza pietà

Questa notte si infiammerà

Rimani ancora in vita


Brucia, bruciando passerà

Maledetta nostalgia

Rimani ancora in vita

Brucia...

Brucia... 

Brucia...

Brucia...

6 - LA DEA

A Silvia e Beatrice

A donzellette vergini

A madonne addolorate

Giuliette angeliche

Cantate in ginocchio e pregate


Che sventura l’Ottocento

E prima ancora il patriarcato

Poiché allora tutto è cominciato

L’infinito piagnisteo dell’uomo

A metà, ferito mendicante Romeo

In cerca della di lei santità


Un'astuta esaltazione

Una falsa verità

Madre amante comprendente

Ed elevante

Ma mai gentilmente

Accomodante puttana

Unicamente la triste verità

Che la dea nella menzogna nasce 

E nel sogno

Strega in fiamme brucerà

Un'astuta esaltazione

Una falsa verità

Madre amante comprendente

Ed elevante

Ma mai gentilmente

Accomodante puttana

Unicamente la triste verità

Che la dea nella menzogna nasce 

E nel sogno

Strega in fiamme brucerà

7 - UNIVERSI ALTERNATIVI

So che non mi conosci

Ma in un certo senso

Conosco già te

Attraverso il portale

Sono tornato indietro


Da un giorno futuro

Viaggiando nel tempo stanotte Raggiungo te

Per cambiar ciò che è stato

Come sarebbe andata se…


Resta ferma lì

Sto viaggiando per venire a prenderti Sintonizzandomi su universi alternativi


Riavvolgendo il tempo

Senza perder tempo stanotte

Raggiungo te

Per cambiar ciò che è stato

Ritornando al domani con te


Resta ferma lì

Sto viaggiando per venire a prenderti Sintonizzandomi su universi alternativi


Resta ferma lì

Sto sognando per venire a prenderti Sintonizzandomi su universi alternativi

8 - RITORNO NEL NULLA

Troppe voci, inutil parole

Falsi sorrisi ma reali i pugni

Mai sganciati


Strade affollate di ritornanti

Continuo a illudermi di voler far parte Della Storia con i suoi non pensanti


Ritorno nel nulla

Oltre il Sistema Solare

Oltre le dimensioni

Del mio mondo sensoriale


Verrà di nuovo il Natale

Squallido Carnevale

Poi quasi quasi mi sposo

Moglie, amante e figli

Che non ci bastava già il cane


Ritorno nel nulla

Oltre il Sistema Solare

Oltre le dimensioni

Del mio mondo sensoriale


Lo sai che io infondo ti voglio bene

Ma tutto questo non mi appartiene


E’ il Nulla del sistema sociale

Quattro dimensioni non bastano

Per volare

E allora torno nel Nulla

Oltre il Sistema Solare

Oltre le dimensioni

Del Mio mondo sensoriale

9 - DOLCISSIMO RICORDO

Onde di vino rosso sgorgano

Come sangue

Una botte non basterebbe a far

Luce su queste ombre

Goccia dopo goccia e un’altro

Calice si è rotto

Lei giace nel silenzio

Di un dolcissimo ricordo


Ascolto da lontano ansimi e urla

Osservo unite legate le mani

E talismani che impiccano il collo

Di noi tossici in ginocchio

Per quel dolcissimo ricordo


Fievole il rumore di fondo

Quando voglio

Ma terribile il suo boato quando

Esplode incontrollato

Ghiacciato non morirò in un

Remoto fiordo

Soffrirò la sua partenza

E il suo dolcissimo ricordo

10 - TI ADDORMENTI

Tu sei più grande di me

E vedi dentro me le cose

Che io so di non avere

E poi mi fai anche apprezzare


La sacralità di una piovosa

Giornata d’invero e noi

Sdraiati su un divano

Ci guardiamo un film e tu

Tu addormenti

Anche questa volta

Me lo guardo da solo

Ma sai che c’è

Preferisco raggiungerti

Nel mondo senza forme

Come le ali contro il vento

In allineamento


Tu sei più forte di me

E vedo dentro te le cose che io

So di non avere

Riesci a farmi rimanere


Nello stato di realtà

Corriamo nell’oscurità

Tu ti addormenti

Anche questa film

Me lo guardo da solo

Ma sai che c’è

Preferisco raggiungerti

Nel mondo senza forme

Come cemento tra i mattoni 

Sorreggi la mia struttura 

Tu ti addormenti 

11 - EQUILIBRIO

In collisione è Saturno

Con Urano e Nettuno

I suoi anelli in frantumi

Son comete incandescenti

Marte comincia a rallentare

La sua rivoluzione

Adesso il pianeta rosso

E' diventato nero


Anche Venere si ferma

Ma non si ferma per pensare

Che gli sta cadendo addosso

Il caldissimo Mercurio

Giove intanto sta tremando

E la macchia è ormai sbiadita

Cerere è diventata luna della Terra


Si questa è la fine del mondo

Questo accade quanto vai via da me

Ma ecco la cintura d’Orione

Che si ricompone


Ma quando tu mi sorriderai

Tutto quanto tornerà

Lentamente in equilibrio

Lo spazio tempo nuovamente

Un senso avrà

Si questa è la fine del mondo

Questo accade quanto sei via da me


Ma quando tu mi sorriderai

Tutto quanto tornerà

Lentamente in equilibrio

Lo spazio tempo un nuovo senso avrà